• Itinerario

08:00: Il tour inizia con una gita in barca sul fiume dei Profumi per visitare la straordinaria pagoda di Thien Mu, uno dei segni distintivi della città.

Poi, si parte in bicicletta verso il villaggio di La Chu attraversando tranquilli villaggi locali, risaie, campi coltivati, sulle sponde del fiume.

Questo villaggio è famoso per la coltura di erbe e verdure (cipolle, erba cipollina, coriandolo, basilico, ecc.). La prima tappa è presso una famiglia locale che produce le offerte votive cartacee, una credenza molto popolare e sentita tra i vietnamiti. Il tour prosegue con la visita ad un mercato locale attraversando le bancarelle di carne, spezie e verdure fresche, accompagnati da ospitali sorrisi di benvenuto di donne non ancora abituate all’avvento dei turisti. La destinazione sucessiva è l’orto, dove si possono incontrare i residenti locali, chiacchierare con loro  e scattare qualche foto ricordo. Sarà una vera e propria esperienza a 360° della campagna vietnamita con orti, campi di riso, banane, fiumi, laghetti di loto, ecc.

Infine, come ultima ma non meno importante attività della giornata, visiteremo una famiglia specializzata nella produzione di “Banh Loc“, una sorta di torta vietnamita fatta con farina di riso mescolata con gamberi. Avrete anche la possibilità di provare moltissime cibi locali. È prevista la pausa pranzo presso un ristorante locale a gestione familiare. Dopo pranzo, un po’ di relax con un bagno ai piedi alle erbe medicinali circondati da un pittoresco paesaggio di risaie.

Si ritorna verso il centro per visitare la Cittadella, il sito più noto e iconico di Hué. Iniziato nel 1804 dall’imperatore Gia Long, è in realtà un complesso architettonicocomposto dalla Città Imperiale, da diversi musei, laghi e giardini, tutti disposti in una serie di cerchi concentrici. Visita anche alla Città Proibita, costruita nei primi anni 1800 per uso personale dell’imperatore con personale eunuco che non avrebbe minacciato le concubine reali. Quasi distrutta interamente durante l’offensiva  del Tet, oggi le rovine ospitano la biblioteca reale e i giardini si manifestano rigogliosi con piante di mimose e orti verdeggianti

Cena libera.